Certificazioni tessili nella moda: quali sono?

2 Dicembre 2021  beprime 

certificazioni ambientali nella modaFavorire la sostenibilità nel settore della moda: sono sempre di più le aziende impegnate su questo fronte, tanto che diventa complicato riconoscere chi sta facendo davvero qualcosa di concreto per ridurre gli effetti della propria filiera sull’ambiente e chi, invece, fa solo greenwashing – ovvero, proclamare i propri prodotti come sostenibili ma a solo scopo di marketing. In questo senso, le certificazioni tessili possono essere di grande aiuto.

Le eco certificazioni sono un insieme di attestazioni che assicurano al consumatore la sostenibilità di un prodotto e dell’azienda che lo produce. Certificano la qualità delle materie prime, la loro tracciabilità, il processo di produzione e il rispetto dei diritti dei lavoratori coinvolti nelle filiere del tessile. Le certificazioni ecosostenibili applicate alla moda garantiscono che tutti questi aspetti siano conformi ai requisiti d’obbligo stabiliti dall’ente erogatore della certificazione stessa.

 

Come ottenere certificazioni ambientali

 

Le principali certificazioni sostenibili nella moda possono essere distinte in 5 tipologie:

  • Certificazioni ambientali
  • Certificazioni sociali
  • Certificazioni per i diritti degli animali
  • Certificazioni per il biologico
  • Certificazioni per il riciclo delle risorse

Per poter ottenere una certificazione, in genere, l’azienda deve fare una richiesta all’ente erogatore e superarne la valutazione, oppure auto-certificarsi: l’autocertificazione, ovviamente, ha meno autorevolezza.

Come fare a capire, dunque, se quelli che ci stiamo accingendo a comprare sono tessuti certificati? La maggior parte delle volte, le certificazioni tessili sono riportate nelle etichette dei vestiti, ma non sempre accade così. Ecco perché è sempre meglio fare un ulteriore passaggio e verificare direttamente sul sito dell’azienda tessile produttrice di quel tessuto.

Certificare la veridicità del valore dei tessuti con attestati riconosciuti a livello nazionale e internazionale non è solo un dovere, secondo Carvico e Jersey Lomellina, ma la riprova di un processo in continuo aggiornamento. Ecco perché hanno scelto di rendere visibili ai loro consumatori, attraverso un’apposita pagina del sito web, le certificazioni ambientali ottenute dai più autorevoli enti di controllo del settore.

ISO 14001, Higg Index e OEKO-TEX®. Scopriamole insieme le certificazioni ottenute da Carvico e Jersey Lomellina.

 

Il sistema di gestione ambientale ISO 14001

Gli standard internazionali relativi alla sostenibilità ambientale con maggiore diffusione sono quelli sviluppati dall’International Organization for Standardization, classificati con la sigla ISO. La certificazione ISO 14001 stabilisce i requisiti per i sistemi di gestione ambientale che un’organizzazione può utilizzare per sviluppare le proprie prestazioni. La norma UNI EN ISO 14001 può essere utilizzata, in tutto o in parte, per migliorare la gestione ambientale di un’azienda e fornire un valore aggiunto.

 

Higg index: che cos’è e cosa comporta

L’Higg Index, invece, viene utilizzato per misurare e valutare le prestazioni di sostenibilità di un’azienda o di un prodotto lungo la catena di approvvigionamento ed è sviluppato dalla Sustainable Apparel Coalition. L’indice Higg fornisce alle aziende un approccio olistico volto al miglioramento dell’ambiente circostante e del benessere sociale degli operai coinvolti e delle comunità locali.

 

Tessuti certificati OEKO-TEX®

OEKO-TEX® è una tra le certificazioni tessili di tipo ambientale più diffuse ed offre diversi standard, più o meno stringenti, a seconda delle esigenze dell’azienda. I tessuti certificati OEKO-TEX®, in generale, garantiscono che al loro interno non siano presenti sostanze nocive per la salute del consumatore finale: l’obiettivo principale, infatti, è quello di prevenire reazioni scaturite da vestiti contaminati.

 

In particolare, OEKO-TEX® Standard 100 indica che il produttore è certificato come ambientalmente ecocompatibile sia nei processi che negli stabilimenti, oltre che testato per verificarne l’assenza di sostanze nocive. La certificazione OEKO-TEX® è presente con la propria etichetta Confidence in textiles su ogni prodotto che segue lo standard.

 

Perché è importante che un’azienda abbia una certificazione tessile?

 

Sono molteplici i motivi per i quali un’azienda tessile dovrebbe impegnarsi a rispettare l’ambiente e richiedere una o più certificazioni tessili. Una certificazione ecosostenibile comporta per l’azienda che la ottiene una valorizzazione dell’adeguamento al progresso tecnologico.

Qui è il caso di dirlo, il consumatore può fare la differenza! Prima di comprare qualsiasi capo d’abbigliamento, è giusto assicurarsi che derivi da una realtà che non distrugga l’ambiente. Preferire un prodotto che abbia almeno una delle certificazioni tessili sopracitate, significa avere la garanzia che l’azienda di produzione si è impegnata nel rendere il meno nocivo possibile il suo operato, investendo tempo, energie e risorse.

Scegliendo Carvico e Jersey Lomellina come partner vai sul sicuro. Aziende leader nella produzione tessile italiana, esempi virtuosi di cosa significa fare moda sostenibile grazie ad una visione aziendale che rispetta in primis l’uomo e l’ambiente, volta alla salvaguardia dell’ecosistema attraverso progetti concreti e trasparenti in ottica di un’economia di tipo circolare.

Comments are closed.