Carvico
Jersey Lomellina
12 February 2009

Laura Colnaghi Calissoni batte il cinque!

Non una, non due, non tre… ma ben cinque medaglie. 1 oro, 1 argento e 3 bronzi sono il palmares conquistato solo in questo inizio 2009 dall’imprenditrice-atleta Laura Colnaghi Calissoni, Presidente del Gruppo Carvico da anni impegnata in gare di livello nazionale ed internazionale di sci di fondo, ciclismo e running.
In questi mesi di neve e freddo, è il granfondo ad essere la disciplina per cui la portacolori del G.S. Camosci si allena costantemente e con grande impegno. Qualità che, unite alla forza di volontà, fanno sì che una donna classe ’54 possa gareggiare e vincere in competizioni sportive di alto livello. Come la Marcialonga light di 45 Km svoltasi il 25 Gennaio scorso nello scenario montano della Val di Fiemme e della Val di Fassa, e che ha visto Laura Colnaghi Calissoni salire sul secondo gradino del podio per soli 10 minuti e 20 secondi di differenza dalla professionista della fatica Eugenia Bitchougova. Un tempo (02:34:40) che però vale al Presidente la decima posizione nella classifica assoluta, su un totale di 441 classificati, e un miglioramento di 21 minuti rispetto alla stessa prova dell’anno scorso. Una domenica mattina, quella da poco strascorsa, che ha visto pronti allo start quasi 6000 concorrenti, incoronando così anche quest’anno la Marcialonga come la regina delle granfondo italiane: 70 km di fatica, agonismo, spettacolo sportivo e colore, che hanno animato i paesaggi trentini fino al tardo pomeriggio, in attesa del classico colpo di cannone e dei fuochi d'artificio per l'arrivo dell'ultimo concorrente.
Gli innevati scenari francesi della Val d’Isere e più precisamente quelli della città di Autrans, hanno fatto invece da sfondo ai Campionati del mondo Master (30 Gennaio – 6 Febbraio): più di mille concorrenti, tra i 30 e gli 85 anni, provenienti da venti Paesi differenti, pronti a sfidarsi in una settimana piena di neve e competizione. È qui che il bottino della Signora Colnaghi Calissoni si è arricchito di altre quattro medaglie: tre bronzi rispettivamente nei 10, 15 e 30 Km e di un oro nella staffetta femminile 4x5 distaccando di 41’’ le Russe e di 1’20’’ le Francesi.
E con questo sprint in partenza d’anno, non possiamo che aspettarci altri numerosi ed importanti successi sportivi per i mesi a venire, dove impegno, allenamento, fatica, sudore e soddisfazione saranno i soliti assoluti protagonisti. Perché c’è sempre una vetta da conquistare, quella del podio!