Carvico
Jersey Lomellina
16 January 2009

A pochi chilometri da Bergamo si respira aria d’integrazione

In un’Italia sempre più multietnica e multiculturale dove la presenza di cittadini stranieri, secondo gli ultimi dati rilevati dal rapporto Ocse-Sopemi, si aggira intorno agli oltre 3 milioni (www.ilsole24ore.com, 24 Novembre 2008), la parola d’ordine è integrazione. A conoscere bene il significato di questo termine sono le aziende Carvico SpA e Jersey Lomellina SpA, riconosciute a livello internazionale nella produzione di tessuti ad alto contenuto tecnologico dedicati al settore mare, intimo e sportswear che hanno avviato all’interno delle proprie sedi, a pochi chilometri da Bergamo, un corso di italiano base destinato ai dipendenti extracomunitari.

Il corso di formazione, articolato in 40 ore distribuite su 10 giorni, è incentrato sul tema “Sicurezza e Qualità”, così da far conoscere ai destinatari le norme vigenti in materia di tutela e salute nei luoghi di lavoro, con particolare riferimento al D.Lgs 81/2008. Le lezioni, appena concluse in Carvico e pronte ad iniziare in Jersey Lomellina, sono realizzate grazie alla preziosa collaborazione dei docenti della Cooperativa sociale Attilio Giordani e hanno come obbiettivo lo sviluppo della capacità dei lavoratori stranieri di comunicare in lingua italiana.

Il corso è progettato sia per chi ha scarsa conoscenza dell’italiano sia per chi, pur riuscendo a gestire la comunicazione essenziale, ha ancora molte difficoltà soprattutto nella lettura e nella scrittura. A tutti gli otto “studenti-lavoratori” della Carvico SpA, provenienti da Sri Lanka, Isole Mauritius, Perù, Pakistan e Senegal che si sono susseguiti tra i banchi, affrontando di volta in volta test e schede di esercitazione elementare, è stato rilasciato al termine del corso un regolare attestato di partecipazione.

Già da tempo Carvico SpA e Jersey Lomellina SpA, specializzate rispettivamente nella produzione di tessuti indemagliabili e di jersey elasticizzato, si sono distinte per la profonda attenzione ai valori sociali ed ecologici: ad esempio, Green Vision è il codice etico che da anni guida le due aziende verso una gestione oculata e lungimirante delle risorse, minimizzando l’impatto dei processi e dei prodotti sull’ambiente e introducendo nel mercato articoli ideati e distribuiti in modo eco-compatibile.